I siti archeologici della Roma sotterranea

Parco archeologico di via Latina

Oggi vi parliamo di alcuni dei siti archeologici della Roma nascosta, che in una visita alla città Eterna, non potete mancare di andare ad ammirare:

1) Parco degli Acquedotti

E’ uno dei parchi più belli di Roma, un luogo incantevole facilmente raggiungibile con il collegamento della metro A, fermata Lucio Sestio. La prima cosa che noterete sono in numero di alberi che in questo parto la fanno da padrone, le numerose persone che fanno jogging, i cani che giocano, e lo spettacolo degli spettacoli, un numero impressionante di acquedotti romani.

Appena nel cuore del parco troviamo l’acquedotto rinascimentale di Acqua Felice, edificato attraversato i tre acquedotti romani. A sud-ovest, troviamo l’antica Acqua Claudia e l’Anio Novus i due acquedotti che passano attraverso tutta la città viaggiando su alti archi di pietra, un monumento all’ingegneria romana e fonte di ispirazione per poeti e pittori.

2) Palazzo Valentini

Nel cuore del centro di Roma si trova Palazzo Valentini, imponente e rinascimentale costruzione, situata appena fuori Piazza Venezia e molto vicino alla Colonna di Traiano. Oggi è la sede della Provincia di Roma.

Attuali scavi archeologici hanno portato alla luce del suo seminterrato case romane imperiali. Per dare la possibilità, al mondo intero di poter visitare questa sontuosità, sono state trasformate in un museo moderno attrezzato con pavimenti in vetro e dove è possibile fare un viaggio multimediale dietro prenotazione.

3) Tombe di Via Latina

Ci troviamo in una traversa di Via Appia Nuova. Potete agevolmente raggiungerla utilizzando la metro A e scendere alla fermata Arco di Travertino. Ideale per una passeggiata estiva, questa via è immersa in un parco tranquillo nel tratto dell’antica via Latina.

Lungo la strada potete ammirare tombe risalenti al 1° secolo dC, ornate da decori in stucco e affreschi.

4) Terme di Diocleziano

Parliamo dell’ultimo dei grandi complessi imperiali termali romani costruiti in quella che un tempo era una zona residenziale occupata. Le Terme di Diocleziano si trovano tra la stazione Termini e via Nazionale.

Sono state costruite dall’imperatore Diocleziano e Massimiano tra il 298 e il 305 aC. Non potete mancare ad una passeggiata intorno al teatro di forma semicircolare e strutture angolari, nello stato di conservato nella Piazza della Repubblica.

5) Basilica di San Clemente

La Basilica di San Clemente è una basilica altomedievale che si trova a pochi passi dal Colosseo e vicino a San Giovanni in Laterano. E’ caratterizzata per i suoi mosaici e le decorazioni in marmo delle navate.

Il pavimento della Basilica è raffinatamente intagliato con legno pregiato. In una visita alla Basilica è possibile scendere sotto la chiesa per ammirare le costruzioni sotterranee romane risalenti al 400 dC.

Se pensavate che questo basta per convincervi a fare una visita presso questo monumento alla cristianità, c’è molto di più, una scala vi porterà ad un ulteriore livello, caratterizzato da strutture romane costruite tra il 1° e il 3° secolo dC. La straordinarietà di questo posto è il mitreo, un santuario dedicato al culto del dio Mitra, che era molto popolare nella Roma imperiale prima dell’avvento della cristianità.